Pulire il disordine

Perché pulire il disordine è così difficile (e come farlo comunque)

Posted on Posted in Organizzazione

Nel Feng Shui c’è il concetto del flusso di energia che ha bisogno di muoversi liberamente in uno spazio.
Il disordine crea un serio ostacolo perché l’energia non può fluire.
Le camere disordinate non lasciano spazio per crescere e il nuovo non può entrare nella tua vita. Ti fa sentire come se non hai altra scelta e io dico sempre che uccide la motivazione.

Ma non solo negli ambienti, il disordine è davvero subdolo e vive in tanti posti e sotto molte forme, per esempio:
• vestiti che non ti stanno bene o che non ti piacciono
• giocattoli in giro (di quelli sotto il divano ne vogliamo parlare?!!)
• libri che non ci interessano
• regali ricevuti
• carta in eccesso
• email provenienti da mille iscrizioni
• portafogli pieno di scontrini (mamma questa sei tu!!!)
E volendo la lista continua…

Pulire il disordine è un processo emotivo, spesso è difficile perché tutti gli oggetti si portano dietro tantissimi ricordi, oppure perché ci piacciono particolarmente anche se non ci servono davvero.
La difficoltà più grande sta nella mole di lavoro: riordinare un armadio o una stanza è ben diverso da riordinare una casa intera! Ma ti assicuro che può essere un’attività che cambia la vita!

E qui ti spiego i benefici che ne trarrai e che magari ti spingono a iniziare a pulire il disordine!

1. Ti sentirai meno ansiosa

Il disordine è costituito per lo più da progetti incompiuti (che ti sei detta finirai), o da cose che si sono accumulate con gli anni e che non si è mai voluto sistemare.
Quante volte hai messo una cosa in un posto dicendoti “Poi ci penso”? E ogni volta che la vedi ti giri dall’altra parte?

2. I tuoi giorni saranno più produttivi

Se non hai ostacoli fisici, come pile di carta o libri ammassati, puoi fare molto di più in molto meno tempo. Cerchi un libro in particolare? A meno che tu non abbia una libreria enorme (hai presente quella de La bella e la Bestia?) ecco, non puoi permetterti tutto quel caos, cerchi una cosa e ci metti una vita perché magari è dietro altri libri. Il risultato? Perdi tempo e si sa, non è che ne abbiamo poi così tanto a disposizione!

3. Sarai emotivamente più libera

I doni dal passato, i regali di chi si ha frequentato, gli oggetti appartenenti ad amici e parenti… lasciali andare così che tu possa iniziare a sentirti più libera e presente.

4. La tua creatività rifiorirà

Diciamo che siamo “bloccati” quando non siamo in grado di creare liberamente. Pulire il disordine è uno dei modi per sbloccarla perché la creatività è espressione di quell’energia che ci attraversa, senza ostruzioni.

5. Avrai più energia e sarai più felice!

Quando non c’è niente in giro si avverte subito la leggerezza, puoi goderti il tuo ambiente e il solo pensiero che sei riuscita a mettere tutto a posto porta esuberanza e maggiore energia.

In breve: Pulire il disordine porta la tua vita a migliorare!

Se ancora non hai iniziato a mettere a posto, inizia! Lentamente e costantemente, è possibile farlo.
Armati di buste e scatole e inizia a cancellare quel disordine: dona ciò che non ti piace, ricicla, porta delle cose nei negozi di seconda mano,… insomma datti da fare!
Alla fine si tratta di un lavoro di routine, il disordine è ciclico e torna spesso, per esempio sotto natale quante cose che non ti piacciono accumuli?
Se poi noti che hai un po’ di roba che si accumula regolarmente, puoi prendere in considerazione una pratica settimanale di ripulisti. Vedrai che quei pochi minuti possono fare miracoli per la tua vita!

Allora, sei eccitata che stai per affrontare cassetti e armadi oggi?! 😉

xoxo
Arianna

Facebooktwittergoogle_plusmail Se ti è piaciuto il post, condividilo!

Leave a Reply