superstizioni nel Feng Shui

Evita la superficialità e le superstizioni nel Feng Shui

Posted on Posted in Home style

Il mio modo di lavorare con il Feng Shui è specifico per ogni individuo. E ti voglio parlare proprio di come evitare la superficialità e le superstizioni nel Feng Shui.

Ogni tanto mi capitano domande da parte di chi ha letto un po’ di Feng Shui nei libri o su internet.
Ho sentito cose come: “Dovrei mettere uno specchio sopra il mio piano cottura” o “Devo appendere un cristallo nel bel mezzo della mia stanza”!

Oggi, dopo aver sorriso a una richiesta di aiuto perché “la casa è piena di elementi che porteranno alla rovina dei suoi abitanti”, ho pensato fosse meglio chiarire alcuni punti.

Dal dizionario Treccani:
superstizióne s. f. [dal lat. superstitio -onis, comp. di super- e tema di stare «stare»]

– Insieme di credenze o pratiche rituali dettate da ignoranza, frutto di errore, di convinzioni sorpassate, di atteggiamenti irrazionali. Con senso più concr., credenza o pratica superstiziosa; superstizioni di classe o di categoria, proprie di una determinata categoria sociale e professionale.

Ma cosa sono le superstizioni nel Feng Shui?

Ok, senza ucciderti di noia, lasciami dire che ci sono molte scuole, e con il tempo si sono accumulate molte superstizioni nel Feng Shui.
Molte scuole sono state fuse con una forma di misticismo buddista e tibetano (BTB/Black Hat).
Queste forme di Feng Shui non sono nel mio repertorio. E per quanto mi riguarda nemmeno rilevanti nell’epoca in cui viviamo. Quindi per me nessuna stringa rossa o benedizioni o totem di monete.

Ci sono altre scuole che lavorano con i punti cardinali incorporando l’astrologia cinese e una forma esoterica di numerologia.
E per me vale la stessa cosa. Non è praticabile e, diciamocelo, nessuno vuole sentirsi dire che il 2017 sarà un anno sfortunato che non puoi cambiare per come è orientata la casa.

Il mio Feng shui non è una formula magica, si allaccia ad alcuni antichi strumenti basati sulla scienza.

Per esempio la mappa Bagua è uno strumento usato in vari campi della millenaria cultura cinese, così come la medicina tradizionale cinese e la teoria degli elementi sono utilizzati nell’agopuntura.
C’è anche un campo di neuroarchitettura che studia l’influsso dell’ambiente costruito sullo sviluppo del sistema nervoso.

Non ci sono quindi totem o degli elementi “fortunati” da aggiungere in casa. Le regole su cui si basa il Feng Shui puoi leggerle qui).

Ma ricorda: credere in qualcosa perché ti è stato detto è solo superstizione.
Se invece senti che qualcosa ti porta fortuna, è per una sensazione personale, “a pelle”.

E io ti prego di fare lo stesso con i miei post sul Feng Shui: se ti piacciono, falli tuoi.
E ti incoraggio a fare lo stesso con tutte le cose nella tua vita.

Abbi fiducia in te stessa, credi nelle tue sensazioni, è questa la vera magia!

xoxo
Arianna

Facebooktwittergoogle_plusmail Se ti è piaciuto il post, condividilo!

Leave a Reply