Vita da mamma

La condizione di genitore: meglio seguire dei consigli o lasciarsi guidare dall’intuito?

condizione di genitore

Viviamo in una società in crescita costante, in una società in cui l’efficienza è diventata la misura del successo.
La condizione di genitore è diventata un argomento selvaggiamente discusso e i consigli che ci vengono dati sono spesso in linea con questo approccio all’efficienza, alla crescita delle statistiche e sul come passare le varie fasi dello sviluppo velocemente.

Ogni volta che si va per un controllo, o che si vede un’amica o un familiare, tutti fanno le stesse domande, le mie più gettonate sono: Cecilia si ciuccia ancora il dito? Cornelia ha levato il pannolino? Clelia dorme da sola per tutta la notte?
Mi sembra che tutti siano troppo concentrati sul raggiungimento delle tappe dello sviluppo il più velocemente possibile. Con tutti i suggerimenti possibili per raggiungerli.

Mi sono resa conto che la maggior parte delle domande non fanno altro che metterci ansia e paura che stiamo facendo qualcosa di sbagliato. E quindi c’è il bisogno di leggere sempre più, di avere suggerimenti diversi (e spesso conflittuali).
Ho capito che alla fine noi, mamme, potremmo sentirci perse e ansiose solo perché ci preoccupiamo troppo, ma il successo non è misurato in termini di efficienza e di crescita! E soprattutto non è una gara a chi raggiunge le diverse fasi prima e il più velocemente possibile!

Allora perché ti chiedono più e più volte se il suo bambino finalmente dorme per tutta la notte?
Perché i genitori sono giudicati se il loro bambino di due anni porta ancora il pannolino?
Perché i bambini in età scolare dovrebbero partecipare a tonnellate di attività extra?
Non sono questi i veri indicatori di un successo né di un bambino felice o di una vita felice.

consigli vs intuito

E nel calderone mi ci metto anche io con i miei post con suggerimenti per aiutare la tua condizione di genitore. Ma ho capito che la cosa più importante è una che non ho mai scritto prima: quello sul tuo intuito.
Perché ogni consiglio non è più importante del tuo intuito. Nulla è più forte e più importante.

Sai già cosa è giusto per te e per i tuoi bambini. Sai quali sono le esigenze della tua famiglia. E prima di seguire le persone che ti dicono cosa e come fare le cose, ascolta il tuo intuito.

Alcuni bambini sono pigri nel camminare. Alcuni parlano più tardi. E finché il genitore sente che tutto va bene, non ci sono problemi. Perché l’intuizione di un genitore è più forte di qualsiasi consiglio basato sull’approccio statistico o normativo!

Quindi, quando sul mio blog parlo di “come” e dei “suggerimenti migliori” per facilitarti la condizione di genitore, per favore sappi che queste sono solo le mie idee, non esiste un unico modo e un approccio perfetto.

La tua intuizione è il più forte e il migliore strumento che hai! E’ vero che molto varia da cultura a cultura (la lingua, il modo di vestirsi e di nutrirsi) ma la storia umana è proprio basata sul seguire l’istinto!

I nostri corpi e le nostre menti di solito sanno cosa fare.
Abbiamo solo bisogno di ascoltarli più spesso. Perché tutti i suggerimenti per la condizione di genitore hanno senso solo se, in primo luogo, ascolti la tua intuizione!

xoxo
Arianna

Facebooktwittergoogle_plusmail Se ti è piaciuto il post, condividilo!